mercoledì 30 novembre 2011

Bullet & justine ...e un pezzo della mia vita...



Per parlare di Bullet & justine devo partire da un decina d'anni fa (12 per l'esattezza)...
Dopo la chiusura della Phoenix di Palumbo e Brolli, per cui collaboravo e il successivo passaggio delle mie produzioni alla Magic Press, fino al loro rifiuto di pubblicare i miei volumi erotici, causa l'eccessiva violenza nelle mie opere, decisi di cambiare genere fumettistico. 
Il fumetto erotico mi aveva fatto conoscere, ma era il momento di cambiare.
Così naque Bullet & Justine....
Un grosso aiuto mi fu dato dal libro Scrivere Fumetti di Diego Cajelli, e anche una chiaccerata con Matteo Casali e Giuseppe Camuncoli.
Il libro mi servì per creare la storia, i consigli invece a dare un preciso aspetto stilistico ai disegni.
Finito di disegnare il progetto lo presentai alla Salda Press.
La storia piacque ed entrò nel Progetto Nova nel 2002, che vedeva coinvolti oltre a Salda Press, anche Montego e Black Velvet.
La mia serie sarebbe dovuta uscire a puntate online...ma causa un incidente del curatore di questo progetto, tutto venne sospeso.
Da quel momento nessuno era più interessato a Bullet & Justine...dunque misi il mio progetto in un cassetto e iniziai la mia carriera come idraulico.
Dopo un corso da tecnico di impianti termici, dunque mi misi a fare l'idraulico...e smisi di fare fumetti.
Fu un bruttto periodo, il non creare mi fece andare in depressione....
Alcuni anni dopo incontrai una ragazza solare,che è poi diventata la mia migliore amica, Sara Raffo.
 Da lei partì l'idea di autoprodurmi Bullet & Justine.
Nel 2004 col contributo grafico dell'amico Andrea Modugno vide la luce il volume Bullet & Justine- "L'inizio e la fine", che raccoglieva la versione in bianco e nero dei 4 albi che formavano la mini.
All'interno pin-ups degli amici; Alesandro Baggi, Giuseppe Camuncoli, Giuseppe Palumbo, Andrea Borgioli e con l'introduzione di Matteo Casali.
Portai nella successiva Lucca Comics varie copie del mio fumetto e  le vendetti a vari stand, un distributore si disse subito interessato a distribuirlo nelle fumetterie, e così riuscì, un pò alla garibaldina ad avere il mio fumetto su di un catalogo.
Entusiasta mi misi al lavoro sulla seconda miniserie...
Stampai poi assieme a un editore di Genova, Annexia, i miei fumetti inediti erotici che avevo realizzato per la Phoenix...
Inizia a partecipare ad altre Lucca Comics e altri eventi e sia Bullet & Justine che i miei fumetti erotici vendevano bene. 
In quel movimentato periodo, tra il mio lavoro d'idraulico e e alcuni importante eventi nella mia vita privata, terminai il secondo volume di Bullet & Justine.
I miei fumetti erotici vennero distribuiti in maniera limitata da Carnal Comix in USA.
Un editore olandese Playhouse Comix, mi comprò i diritti di uno dei miei fumetti erotici e di Bullet & Justine. 
Il fumetto erotico fu pubblicato a episodi sulla rivista, ma poco dopo l'editore fallì....fui pagato preventivamente e dunque l'unico rammarico fu non potere vedere stampato in Olanda e Belgio, Bullet & Justine.
Nel frattempo trovai l'amore della mia vita in Belgio... e iniziai a frequentare le fumetterie e le fiere del fumetto in Olanda e Belgio, dove vendetti con successo, i miei fumetti erotici.
Bullet & Justine 2 -Passato Corrotto ( con illustrazioni di Carmine di Giandomenico, Niccolò Storai, Alex Sheikman e Alessio Ciani) rimaneva ancora inedita.
Nel 2010 spedisco un progetto in Francia all'editore H&0 editions e nello spazio di poche ore ,  viene accettato e inizio subito a lavorarci. 
Winter's Moon, il mio primo fumetto per il mercato francese, vede la luce nella fine del 2010.
Nel 2011 decido di riprendere il primo volume di Bullet & Justine e di riproporlo, con l'aggiunta di grigi una versione in lingua inglese di Bullet & justine e in albetti di 22 pagine.
I primi due albi vengono presentati nel Facts 2011 in Ghent, Belgio in ottobre.L'anno prossimo presenterò alla stessa fiera gli altri due capitoli, e adesso ho messo le mani nella seconda miniserie inedita anche in Italia. Tirature limitate...
Quest'anno poi leggendo un albo degli X-men ( di cui seguo l'edizione italiana), trovo un personaggio che assomiglia a uno dei miei personaggi, che compare nella seconda miniserie di Bullet....dunque decido che la cosa abbia risonanza...e contatto anche il disegnatore, di cui poi divento amico.
 La mia paura era che qualcuno dicesse che ero io che avevo copiato il personaggio della Marvel. 
Se n'è parlato in giro, ma qualcuno  ha provato di capovolgere la vicenda, praticamente dicendo che io ero in cerca di pubblicità e avevo aspettato l'uscita in Italia per avere la possibilità di pubblicare il nuovo volume in Italia. Cavolate...
Infatti nonostante l'invito da parte di amici ad portare a Lucca Comics il fumetto io ho preferito andare in Belgio e partecipare al Facts. Non ho offerto poi a nessuno di pubblicare Bullet in Italia...visto le tematiche presenti nel secondo volume.
La mia idea è farne un ebook logicamente in inglese.
Facendo un altro lavoro , dedico le mie domeniche e molte sere al disegno...non vedo editori in Italia che potrebbero essere interessati alle mie cose, dunque preferisco lavorare con calma ai miei fumetti, e alla fine quello che importa a me è divertirmi facendo quello che mi piace.










6 commenti:

  1. Non mi ero sbagliato! La tua bravura non poteva essere solo talento, ma anche esperienza di un collega...Possibile che nel periodo che collaboravi con Daniele Brolli, io e te non ci siamo mai conosciuti?...Tutti hanno fatto un omaggio ai tuoi personaggi... e io?...Grazie d'esserti aperto e raccontato la tua storia... è bello scoprire nel periodo che molti cantano il "DE PROFUNDIS" al fumetto,l'esistenza di Artisti che invece trovano strade alternative per non farlo morire...se non è amore questo... e grazie di esistere.PINO RINALDI.

    RispondiElimina
  2. Grazie Pino! ce la sto mettendo tutta per non mollare...e sapere che ci sono grandi artisti come te che apprezzano le mie cose, mi spingono a continuare.
    WOW! per l'omaggio, ne sarei veramente onorato e non saprei come ringraziarti di questo...

    RispondiElimina
  3. Semplice...spedendomi a casa Bullet & Justine, e spiegandomi esattamente quale dei personaggi vorresti ti rappresentassi...ci sentiamo in privato tramite la mia E-Mail che la trovi sul mio profilo.Continuo nel non capire come possa un editore che si fregi di questa qualifica, trascurarti?!...E poi ci lamentiamo che il fumetto versa in cattive acque.

    RispondiElimina
  4. Mauro un editore, anche se piccino picciò, interessato a B&J c'è sempre, lo sai.
    Ma io spero sempre che tu venga pubblicato da qualcuno che ti possa pagare un po' più di noi. :))

    RispondiElimina
  5. Grazie Matteo! lo so :) e ringrazio!

    RispondiElimina